Raimo :”Lo sport è cultura, fondamentale per la crescita e da promuovere a tutte le età”.

Pompei. Catello Raimo per le amministrative del 20 e 21 settembre a Pompei, è candidato al consiglio comunale nella lista Progetto Democratico – Area Moderata, a sostegno del candidato a sindaco Domenico Di Casola. Raimo, consulente del lavoro e appassionato di sport nella vita privata, ha in agenda obiettivi precisi per il rilancio dello sport in città attraverso una serie di iniziative da mettere in campo. Per Raimo, di fatti, lo sport è innanzitutto “cultura”.

“Vorrei sottolineare i tre aspetti dello sport che per me sono fondamentali – dice Catello Raimo -. Tre semplici idee che, però, sono la base di una concezione sana e addirittura solidale dello sport e dell’agonismo. La prima idea è che lo sport è cultura, in una doppia accezione: lo sport è cultura dello sviluppo individuale ed è cultura della salute. E per me la cultura è welfare, cioè fa parte di quegli ambiti della vita che vanno protetti e offerti alle persone come beni irrinunciabili. Il secondo aspetto è che sport vuol dire educazione, formazione. Quindi futuro. Perché il futuro è in quello che facciamo oggi, nei valori che sappiamo trasmettere ai ragazzi e ai bambini che praticano un’attività agonistica. Terza cosa, lo sport è valorizzazione del tempo libero. Non è un aspetto da trascurare, se è vero che il tempo libero oggi è tempo di apprendimento, di esperienza, di crescita”.

Lo sport, dunque, è inteso come una forma di benessere e di crescita a 360 gradi. Per Raimo, infatti, “è molto importante celebrare la pratica sportiva come una pratica cruciale per la crescita e come una pratica da promuovere a tutte le età”.

“Non possiamo dimenticare – sottolinea l’aspirante consigliere – che lo sport è una pratica di benessere, di tutela e prevenzione delle malattie lungo l’intero arco della vita. Uno degli obiettivi che enti di promozione, associazioni ed enti locali si devono porre è quello di fare dello sport un elemento costante nella vita di tutte le persone e ad ogni età. Per me lo sport rientra doppiamente nel ‘bacino’ del welfare, perché coinvolge l’educazione e la salute. E se ultimamente false immagini legate ad un’idea deformata della gara, della vittoria, dell’agonismo, tendono a sporcare la radice educativa e formativa dello sport, noi dobbiamo invece promuovere la vera immagine dello sport.
Perché lo sport ha alla base una vocazione positiva e costruttiva. Solidale e collaborativa”.

Un grande progetto quello di Catello Raimo, che però, secondo lo stesso, “non è realizzabile se non ci sono impianti sportivi”. In cantiere c’è l’idea di formare dei team di lavoro nei quali dovrà essere presente sempre un rappresentante delle associazioni, l’assessore allo sport che dovrà collaborare con il Coni Servizi, attraverso la struttura Consulenza Impianti Sportivi.

E non è tutto. Fondamentale per, il candidato al consiglio comunale di Pompei, il restyling e la riapertura delle strutture sportive esistenti sul territorio.  “Imminente – prosegue Raimo – dovrà essere la riapertura del campo sportivo Vittorio Bellucci. La nostra idea è di utilizzarlo non solo per il calcio, ma metterlo a disposizione di tutte le associazioni sportive anche di altri sport per allenamenti o altro. Accelerare i lavori della costruzione del palazzetto per lo sport nella zona parco Maria. La riqualificazione del parco Fonte Salutare, allestendo una parte con attrezzature sportive. Abbiamo già individuato anche in zone periferiche aree da poter adibire al tempo libero”.

Infine, Catello Raimo, intende “sostenere la mobilità alternativa con incentivazione dell’utilizzo delle bici E-bike e muscolari”. “La mia proposta – conclude il candidato di Progetto Democratico – Area Moderata – sarà quello di formare una squadra di Polizia Municipale, che dovrà muoversi su E-Bike”.

Spazio autogestito a cura del candidato