Obiettivo amministrazione trasparente, Lo Sapio:” Coinvolgere i cittadini nelle principali scelte di governo”.

Pompei. “Sostenere la partecipazione facilitando l’accesso alle informazioni sull’attività amministrativa e sperimentare nuove pratiche di consultazione e coinvolgimento della cittadinanza nelle principali scelte di governo”. È su questo che punta Carmine Lo Sapio, candidato a sindaco della coalizione di centrosinistra.

Tra le iniziative targate Lo Sapio, particolare attenzione sarà rivolta al potenziamento del ruolo delle commissioni consiliari come organo di raccordo tra politica e cittadini. “Si intende investire sul portale web e sul ruolo dell’Ufficio per le Relazioni con il Pubblico – spiega il candidato a sindaco – perché sia più facile entrare in contatto con l’Amministrazione comunale. Attueremo politiche concrete di smart city tendenti all’ottimizzazione e all’innovazione dei servizi pubblici per mettere in relazione le infrastrutture delle città con il capitale umano, intellettuale e sociale di chi le abita attraverso l’uso delle nuove tecnologie”.

Il leader del centrosinistra, per questo, intende attivare forme di reperimento di risorse alternative, come progetti europei per bandi di finanziamento, contenimento dei costi della politica, lotta all’evasione fiscale locale, contenimento dei consumi energetici, e tanto altro, al fine di “supportare e ampliare il bilancio comunale e modificare le grandi opere e i progetti pubblici già individuati e/o da individuarsi”.

“Dal punto di vista economico – dice Lo Sapio – bisogna capire che esistono rilevanti finanziamenti europei per favorire la realizzazione di un progetto su Pompei intesa come città smart. Una città è intelligente, appunto smart, quando attira turisti e investimenti, quando promuove i territori e l’arte come veicolo di cambiamento e trasformazione urbana, quando favorisce l’economia del settore alberghiero e dell’ospitalità, quando concentra e attira l’attenzione dei tour operator per diventare sede di convegni e fiere”.

E su questo punto, secondo Carmine Lo Sapio, “indispensabile è la realizzazione di un centro congressi di livello internazionale”. “Il centro congressi – prosegue Lo Sapio – risorse permettendo, deve avere una logica territoriale di largo raggio, con l’obiettivo di dotare la città di un’importante e grande struttura. Una tale struttura a Pompei avrebbe benefiche ricadute in termini di indotto, sulle strutture ricettive, sui ristoranti, e sui negozi del centro. Infine, una città intelligente e con un’anima, è anche una città accessibile, che adatta se stessa alle esigenze dei disabili e di chi ha problemi di mobilità in genere, migliorando le strade e l’accesso agli edifici pubblici ed a quelli privati aperti al pubblico”.

Spazio autogestito a cura del candidato